Languages

Publications - √ą mancato Viktor Pleschkewitsch

√ą mancato Viktor Pleschkewitsch

Oggi, lunedì 07 maggio 2007 è mancato Viktor Pleschkewitsch nell`ospedale di Grondo.

Viktor nacque il 0 maggio 1930 a Drchtscha, nela regione di Minsk. A 4 anni venne accolto nell`orfanotrofio locale insieme ai suoi fratelli.

Allo scoppio della guerra l`orfanotrofio non fu evacuato e i bambini vennero lasciati soli a se stessi. Rimasero soli nel territorio occupato dai tedeschi.

La sua storia cominicia ne rigidissimo inverno del 1944.
Attacchi aerei tedeschi colpiscono anche l`orfanotrofio, distruggono del tutto le finestre e una parte del tetto, la stufa è rotta. Dei 360 bambini ne muoiono in quest`inverno per fame e congelamento 150. Viktor e i suoi fratelli cercano di sopravvivere.
Da una slitta da trasporto tedesca, carica di generi alimentari, vogliono rubare qualcosa di nascosto. Vengono scoperti e messi al muro, un 13enne e un 14enne, per l`esecuzione. Le armi sono già spianate quando un comandante intima il divieto di sparare. Da morti non servono a nessuno, dice, ma una volta deportati in Germania avrebbero potuto essere utili come forze lavoro nella produzione.

Così i fratelli giunsero a Kahla nella "REIMAHG".

Poiché la condizione fisica di Viktor non è buona, lo si impiega nella ferrovia decauville, dove aggancia i vagoni. Nel rigido inverno 1944/45 perde i guanti e tutte le dita si congelano.

Dopo la liberazione da parte degli americani e a seguito dell`esercito sovietico, Viktor lavora come interprete.

Dopo qualche tempo torna in Bielorussia con suo fratello. Sono sopravvissuti.

Nel 2005 Viktor contatta l`associazione "Mahn- und Gedenkst√§tte Walpersberg" che lo invita a Kahla ed esaudisce cos√¨ il suo grande desiderio di visitare ancora una volta il luogo dove 60 anni prima aveva lavorato. √ą stato accolto a braccia aperte. La stima e l`amicizia con cui √® stato ricevuto hanno rappresentato per Viktor una incredibile sensazione mai conosciuta prima.
Con la sua modestia e la sua gentilezza Viktor ha conquistato tutti i cuori, un uomo che nonostante quanto ha vissuto non ha mai espresso una parola di lamento.

Non dimenticheremo mai Viktor. La sua amabilità e il suo talento nel canto rimarranno vivi nella nostra memoria.

Addio, Viktor.